domenica 25 settembre 2016

iBreathYouDie | Demo | Autoprodotto | Digital.

Ci sono dei demo che non so come, ma mi entrano subito in testa. Nella quasi totalità dei casi sono solo un pugno di pezzi registrati dopo che il gruppo si sente abbastanza in grado di poterlo fare. Suonano freschi, potenti, magari con qualche ingenuità, ma colpisco subito dove devono colpire. E' il caso degli italiani iBreathYouDie. La band suona un hardcore emozionale che sa tanto di anni '90, di foto col rullino in bianco e nero, di squat minuscoli stipati di gente a contatto diretto con i ragazzi che suonano per via della mancanza del palco, di demo stampati su cassette riciclate. In una parla: hardcore. Quel suono genuino (e spesso, come ho scritto in apertura, ingenuo), fatto di rabbia e passione, di emozioni, sudore e voglia di comunicare. Lontano anni luce da quella paccottiglia pre-confenzionata che oggi cercano di spacciarmi, fatta ad uso e consumo di persone senza un minimo di attitudine ne di cultura storica in materia. Sei pezzi al fulmicotone, con una voce urlata e sofferente, con delle chitarre che feriscono nell'anima e ti lasciano sanguinare inerme. Un suono "collettivo", in cui ogni membro della band riversa il proprio stato d'animo, per poi giungere ad una catarsi collettiva. Il brano più bello (a mio modesto parere) é "Sickness" con quel coro magistrale e coinvolgente, che ti fa venire voglia di cantare a squarciagola. Davvero, mi piaciuta veramente tanto questa prima uscita, e vi consiglio caldamente di ascolarlo.

iBreathYouDie | Facebook
iBreathYouDie | Bandcamp

mercoledì 21 settembre 2016

Zeit | Monument | Ep.


Zeit | Facebook
Zeit | Bandcamp

Skeleton Of God | Primordial Domination | Everlasting Spew Records | Lp/Cd/digital.

L'Italiana Everlasting Spew, già attivissima con una ricca distribuzione dedicata alle mille sfacettature della musica estrema, esordisce come etichetta rispolverando il secondo lavoro del 2008 degli Skeleton Of God. Il suono del gruppo americano è riconducibile a gruppi come Cephalic Carnage e Human Remains, quindi death metal solo all'apparenza. I nostri propongono infatti un tipo di suono che deriva dall'universo death, ma sporcato con elementi di psichedelia, ritmi bislacchi, grind core e perchè no, pure space rock. L'uso della voce è modulato a seconda del tipo di contesto in cui si trova: growl per le parti più pesanti, urlata per quelle più soft, se così si posson chiamare. I tempi di esecuzione sono dilatati allo stremo, con lunghissimi assoli e tempi di batteria languidi. Praticamente un trip mentale nel quale sarà facilissimo cadere in trappola. Il gusto per la melodia e per la sperimentazione è sempre in primo piano anche nei pezzi più estremi: l'uso di fraseggi di chitarra inusuali la fa da padrone, mentre si disegnano geometrie astratte. Quello che mi è apparso subito chiaro è la totale padronanza dei propri strumenti: il tutto è eseguito senza sbavature, come le componenti di un puzzle. I nostri creano brani stratificati in maniera incredibile, sondando tutte le direzioni possibili per imprimere al proprio sound un tocco di pazzia. Una pazzia che genera un'amalgama di stili e di influenze che ha dell'incredibile, passando da parti glaciali ad altre caldissime, che si perdono nell'aria. Un gruppo assolutamente originale, un'ottima prima uscita per un'etichetta che ha già messo in chiaro come vuole muoversi.

Skeleton Of God | Facebook
Skeleton Of God | Facebook
Everlasting Spew Records| Web Site

Cruz | Culto Abismal | Sentient Ruin Laboratories | Tape.

Per ciò che mi riguarda questa è la miglior uscita Sentient Ruin Laboratories fin'ora. Dalla caldissima Barcellona preparatevi ad essere travolti e dilaniati da questi Cruz, che mischiano in dosi massicce il suono di band sacre per il sottoscritto come Discharge, Entombed, Bolt Thrower e Grave. Death crust crushing da mozzare il fiato, ritmiche serratissime, voce arcigna e catramosa, semplicemente perfetti. Cantano in spagnolo, hanno una cover che riporta indietro agli albori del death metal del 1990... Cosa volete di più? Correte ad ascoltarli, non ve ne pentirete!





Cruz | Facebook
Cruz | Babdcamp
Sentient Ruin Laboratories | Facebook
Sentient Ruin Laboratories | Web Site

Demeb | Rebubblica | Autoprodotto | Cd/Digital.

Il duo dei Demeb suona un funanbolico jazz core. Tecnicamente sono davvero incredibili, tanto è vero che farete fatica a stargli dietro. I testi sono deliranti, ma nascondono un certo retrogusto critico nei confronti della nostra società. Ci sono citazioni cinematografiche, televisive e da colonne sonore, in un melting pot trascinante. Se cercate qualcosa di diverso da ciò che abitualmente ascoltate, cercateli.

Demeb | Web Site

Ural | Party With the Wolves | Earthquake terror noise Records | Cd/Digital.

Se siete seguaci di Municipal Waste, Insanity Alert e delle vecchie glorie Cryptic Slaughter, Nuclear Assault e di tutto il filo thrash crossover, questi Ural potrebbero interessarvi. Una voce molto aggressiva, un riffing a mitagliatrice continua ed una sezione ritmica tellurica e scoppiettante. Velocità, break, arpeggi, assoli, doppia cassa e tanta ma tanta energia. Certo, non aggiungono nulla di nuovo, ma regalano una buona mezz'oretta di sano divertimento.

Ural | Facebook
Ural | Bandcamp
Earthquake terror noise Records | Facebook
Earthquake terror noise Records | Web Site

Ural | Party With the Wolves | Earthquake terror noise Records | Cd/Digital.

Se siete seguaci di Municipal Waste, Insanitu Alert e delle vecchie glorie Cryptic Slaughter, Nuclear Assault e di tutto il filo thrash crossover, questi Ural potrebbero interessarvi. Una voce molto aggressiva, un riffing a mitagliatrice continua ed una sezione ritmica tellurica e scoppiettante. Velocità, break, arpeggi, assoli, doppia cassa e tanta ma tanta energia. Certo, non aggiungono nulla di nuovo, ma regalano una buona mezz'oretta di sano divertimento.

Ural | Facebook
Ural | Bandcamp
Earthquake terror noise Records | Facebook
Earthquake terror noise Records | Web Site